Grande spettacolo al Sasso d’Addeo domenica scorsa per la prima giornata della poule 2 della serie C regionale.

La nuova Tusciarugby di Francesco Medori, che per l’occasione tornava di nuovo sul suo campo, ha affrontato i Bisonti Rugby Frosinone in una partita che ha letteralmente entusiasmato il numeroso pubblico presente sugli spalti.

Forte dell’innesto di alcuni ragazzi dell’Orvietana, capitan Stefano D’Ottavio e compagni iniziano la gara a spron battuto, mettendo l’avversario sotto costante pressione.

La grande e intensa mole di gioco dà i suoi frutti a metà del primo tempo con la bella meta del debuttante Cosimo Lener. I ricci di San Martino approfittano della maggiore pesantezza della mischia e dettano i ritmi di gioco con i gli ospiti comunque ordinati ed efficaci in difesa.

Ma la voglia di dimostrare di essere tornati da protagonisti è tanta e la pressione dei biancorossi è talmente veemente da portare prima della fine del tempo un efficacissimo Mattia Cecchetti per ben due volte in meta. Capitan D’Ottavio centra in due occasioni i pali e il parziale si chiude sul 19 a zero per la squadra di casa.

Nella seconda frazione di gioco, il ritorno degli ospiti che, avendo esaurito i cambi in prima linea causa una serie di infortuni, costringono l’arbitro a decretare il no-contest in mischia chiusa. Squadra esperta, i Bisonti non consentono poi il formarsi di maul in occasione delle touche per cui i padroni di casa si vedono costretti a giocare al largo. Così, una squadra che fino a allora aveva subito, gli ospiti, prende in mano le redini del gioco e quando poi segna una meta i giochi si riaprono.

La partita si accende, fioccano due cartellini fino a che proprio allo scadere i Bisonti accorciano ulteriormente. Il calcio di trasformazione che finisce sul palo sancisce però il definitivo 19 a 12 per il Tusciarugby.

REPORT THIS AD

Giancarlo Guerra

foto: Chiara Bonsignori